La Valle Ibà, un gioiello

La Valle Ibà, un gioiello

Alle spalle di  Ceriale, a due passi dal mare e dal nostro Camping Baciccia, esiste una piccola perla naturalistica: la Valle Ibà.

La Valle Ibà prende il nome dal rio che la percorre e che, prima di arrivare al mare, cambia il suo nome in rio Torsero.
Incastonata tra il Monte Pesalto e le colline di Ceriale e della vicina Balestrino, si distendende per circa 6 chilometri.
La Valle Ibà raggiunge un meraviglioso punto panoramico a 716 metri slm, Poggio Ceresa.
Da qui si domina la pianura di Albenga, gli agglomerati di Cisano Sul Neva, Conscente e Salea e la vastità del mare con il nostro piccolo gioiello: l’Isola Gallinara.
In giornate particolarmente limpide, da questo punto panoramico della Valle ibà, è possibile vedere la Corsica.
Rivolgendo lo sguardo verso Nord, dalla Valle Ibà la vista va dalle Alpi Liguri al Pizzo d’Ormea, al Monte Carmo, alla Rocca Barbena e al Monte Galero.


La Valle Ibà è stata attrezzata per dare informazioni a  tutti  i visitatori con soluzioni cartellonistiche moderne senza impatto ambientale.


A poca distanza dalla partenza del sentiero è visibile una minuziosa  ricostruzione in miniatura che raffigura le particolarità antropologiche tipiche della Valle Ibà.
Un esempio di muretto a secco, uno di casella in pietra, antico ricovero caratteristico per uomini e bestiame, e uno di carbonaia. Proseguendo il sentiero se ne possono vedere ancora le tracce.  
Tutta la zona è caratterizzata da situazioni geologiche e morfologiche di grande importanza  e valore.
Terrazzi marini pliocenici, testimonianza dell’antica presenza del mare in quella zona, formazioni calcaree, brecce, clasti, dolomie, selci, e altre formazioni rocciose e sedimentose si incontrano lungo il cammino.
Sono facilmente individuabili anche grazie ai cartelli che invitano a fare uno STOP.
Altri pannelli sagomati a forma di animali indicano invece la fauna della Valle Ibà.Caprioli, daini, ramarri, ricci, volpi, cinghiali e la lucertola ocellata.
La lucertola ocellata, che si vede molto raramente, è un esemplare tipico della Liguria di ponente (e di alcune zone della Spagna).
Altri pannelli indicano la ricchissima flora della Valle Ibà.
Tra le altre, il cisto bianco e quello azzurro, diverse specie di orchidee, la ginestra, l’ombelico di Venere, il ginepro, il castagno, l’endemica campanula azzurra di Savona e, seppur non segnalata dai cartelli, segnalata dai cartelli, l’erba unta di Reichembach (Pinguicola Longifolia).
Quest’ultima è una rara pianta carnivora che si trova in poche zone d’Italia. In Liguria è esclusivamente a Rocca Barbena e in Valle Ibà.

La passeggiata in Valle Ibà è una preziosissima meta naturalistica per rilassarsi in mezzo al verde.È molto consigliata a tutti in ogni stagione, ancor di più in autunno e in inverno, quando è rivestita da caldissimi colori.

 

 

 

Loading Camping Baciccia...
Online Booking